IL BLOG,  Le Realtà EcoSostenibili

Nasce l’iniziativa “Aperitivo col contadino”: Sostenibileperme incontra Kokè

Roma, quartiere Monteverde, nasce l’iniziativa “Aperitivo col contadino”, un ciclo di incontri per avvicinarsi alla cultura rurale sana.

Quando sperimenti – fisicamente con i tuoi occhi, le tue mani, le tue ginocchia – quanta fatica c’è dietro un litro d’olio, un kg di patate, un piatto di spaghetti al sugo, dopo ti diventa ancora più difficile fare la spesa “di fretta”, automaticamente, mettendo le cose nel carrello “a caso”, o per gola o per marchio o per offerta.

Inizi a farti delle domande: ti chiedi se davvero dietro la parola biologico ci sia un tipo di coltivazione naturale o l’ennesima ritrovata marketing, se è lecito per i braccianti e l’ambiente stesso comprare un ananas proveniente dall’Equador a 2€ al pezzo sull’Aventino…

Mettiamo a tavola di tutto, grandi marchi, belle etichette, scritte coloratissime ma poi non sappiamo assolutamente niente delle storie di vita che ci sono dietro il cibo che portiamo alla bocca, che si trasformerà nelle nostre cellule, nelle nostre energie, nei nostri pensieri.

Dopo aver viaggiato lungo lo stivale dal Veneto alla Sicilia per circa 8 mesi nel 2018, ospite di famiglie contadine con cui ho lavorato e convissuto per settimane, “assaporandone” cibo, vicissitudini, soddisfazioni, delusioni, stanchezze, sicuramente la mia percezione del cibo è cambiata in modo radicale.

Ritornare all’anonimato e alla nocività del cibo industriale da supermercato è stato, a dir poco, frustrante, alienante, mortificante.

Sin da subito mi sono attivata per capire dove reperire (almeno) frutta e verdura a filiera corta e (ove possibile) di coltivazione biologica.

Ma sentivo che solo questo non bastava, volevo provare a “fare” qualcosina in più.

A lungo mi sono interrogata su come potessi, in qualche modo, proseguire il lavoro di “promozione” delle piccole realtà ecosostenibili, intrapreso con l’inizio del mio viaggio, anche stando qui sul posto, “ferma” a Roma.

E poi, finalmente una sera mi arriva l’intuizione.

Grazie ad un’amica preziosa conosciuta durante la mia terza tappa sostenibileperme (nella sezione IL VIAGGIO ne trovi traccia) una sera scopro l’esistenza di un posticino a Roma, dove si tenta ancora di fare cultura: il Circolo Kokè

Mi bastano poche ore lì dentro a parlare di consumo critico, politica dal basso, ambiente, per capire che ero nel posto giusto.

Kokè è un luogo possibilista, ovvero un luogo dove ancora si possono fare le cose o quanto meno immaginarle, ragionarle, tentarle.

Un luogo che si presta al dialogo, allo scambio, al confronto.

Mi si accende una lampadina: se non possiamo andare tutti in campagna, allora porteremo noi la campagna in città!

Non tutti abbiamo la possibilità di coltivare un orto o avere un amico che ci delizia con i suoi prodotti freschi, ma molti di noi vorrebbero avere un contadino di fiducia o finanziare nel proprio piccolo l’economia locale buona, solo che spesso non sappiamo da dove partire…

Allora, ci siam detti, proviamo a dare voce a quei piccoli produttori locali che ogni giorno portano avanti una vera e propria resistenza contadina e ascoltiamo le loro storie. Lasciamo che ci suggeriscano anche loro come fare per mangiare sano, spendendo il giusto.

E così è nata l’iniziativa “Aperitivo col contadino“: un ciclo di incontri, si spera a cadenza mensile, per avvicinarci alla cultura rurale attraverso la testimonianza diretta di chi ne ha fatto la propria scelta di vita.

Proveremo ad interrogarci su tematiche diverse, stimolando domande quali:

Cosa significa fare agricoltura naturale oggi?

Cosa c’è dietro la parola “biologico”?

Come posso sostenere il lavoro dei piccoli produttori locali?

Come posso prendere parte ad un GAS (gruppo d’acquisto solidale)?

Vi aspettiamo martedì 17 dicembre 2019 dalle 19.00 in poi al Circolo Arci Kokè in Via Rosa Govona 11 – 00151 Roma, con i primi ospiti: gli amici della Cooperativa Agricola Coraggio, alle porte di Roma, sulla Cassia. Ne conosceremo la storia, degusteremo i loro prodotti attraverso un aperitivo preparato al momento e potremo scegliere poi anche di sostenerne le attività attraverso l’acquisto diretto di prodotti freschi e/o pacchi natalizi. Infine proveremo a raccogliere adesioni e compiere i primi passi verso un GAS locale nel quartiere Monteverde.

Cooperativa Agricola Coraggio

Nasce a Roma, zona Borghetto San Carlo, nel 2011 come associazione di braccianti, cuochi, agronomi, antropologi, architetti, operai ed educatori, promotori della campagna “Terre pubbliche ai giovani agricoltori”.

Obiettivo? Rendere produttive le terre incolte, garantendo lavoro, produzioni alimentari di prossimità, fruibilità di spazi agricoli attraverso l’uso delle terre pubbliche richieste alle amministrazioni di Roma e del Lazio. Ripensare l’agricoltura in termini culturali ed economici, rimettendola al centro dell’opinione pubblica.

Ps. Hai domande da porci o progetti da segnalarci? Sei un GAS, una piccola bottega artigianale, una realtà eco-sostenibile del territorio e vuoi raccontarci la tua storia?

Mandaci una email a: info@sostenibileperme.it e/o a circolokoke@gmail.com

Il Circolo Arci Kokè di Roma

35 mq nel cuore del quartiere romano Monteverde dove la cultura torna – come vuole l’etimologia stessa della parola – ad essere coltura, ossia ad essere qualcosa di coltivabile, attraverso l’arte, il cinema, la musica, la poesia, la parola… Ed il cibo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *