IL BLOG

A casa da una mia amica: Una Diamante è per sempre (CS)

A casa da una mia amica: Una Diamante è per sempre

Diamante, Cosenza

Aprile 2018

Un brillante grezzo. Una terra difficile la Calabria. Puoi amarla solo se hai la fortuna di entrare nel cuore dei suoi abitanti. Ed io questa fortuna l’ho avuta.

Erano gli anni 90’, era il boom economico, erano le estati che duravano tre mesi pieni, erano le frittate della nonna in spiaggia, il panino con la parmigiana di melanzane, la scalinata faticosissima che mi toccava fare se sceglievo di andare al mare a piedi, ma subito ricompensata dall’emozione che provavo quando man mano che mi avvicinavo alla soglia di casa sentivo già il rumore delle stoviglie in cucina, della tavola apparecchiata ed il profumo del bagnoschiuma al cocco nella doccia in giardino. Quanta ricchezza, quanta gioia in pochi semplici gesti. Scene scolpite nella mia memoria che nessuno potrà mai portare via. La Calabria. Per noi napoletani la Calabria è uno dei luoghi di villeggiatura più a portata di mano. Sfido chiunque di noi campani a non trovare nella sua cerchia di conoscenti anche solo un parente o un amico che non ha fatto una vacanza lì.

Per me la casa al mare erano le prime cotte, quelle che ti facevano battere il cuore a mille per un solo scambio di sguardi, un sorriso più lungo, un ammiccamento.

Era complicità con gli amici di sempre, era l’amaca, era un giro in canoa lungo l’isola di Dino, una scalata a piedi al tramonto lungo l’arco magno.

Era abbracciare il mio leccio e sentirmi la ragazza più fortunata del mondo.

Oggi ritorno in questi luoghi dopo vent’anni e sono ancora dannatamente catturata, ora come allora, dal blu profondo di questo mare (che non me ne vogliate pugliesi, sardi, siculi all’ascolto, ma per me ha una bellezza speciale, ineguagliabile). Ritorno qui e subito scesa alla stazione corro verso il belvedere per affacciarmi e respirare il forte odore di salsedine che riconoscerei ad occhi chiusi tra mille altri odori.

Poi ti giri e alle spalle delle sontuose e lussureggianti colline ti accecano la vista con il loro verde scuro.

Arrivo ieri pomeriggio qui e subito vengo accolta dal calore della mia amica storica che dopo anni trascorsi lontano dalla famiglia, ritorna.

Decide anche lei di lasciare il certo per l’incerto e riappropriarsi delle sue origini. Ripartire da qui, dalla terra, dalla semplicità, dalle radici.

La mia amica guerriera

“Le radici cà stanno” canterebbe qualcuno affezionato al suo mondo ed effettivamente è così. Quando senti di aver dato e preso tanto altrove, prima o poi nella vita è un richiamo fortissimo quello di fare ritorno alla propria terra, ai luoghi del cuore, all’infanzia, al posto dove sei cresciuta e dove sei diventata la persona che sei.

Non ci trovo nessun tipo di de-crescita in questo, tutt’altro. Ritengo invece imminente e doveroso per la nostra generazione, classe 80’, che ha visto il declino dell’economia dei consumi, dell’idea carrieristica del lavoro, della fragilità stessa del “sistema-matrimonio”, riappropriarsi delle proprie origini e provare a partire da quelle per sviluppare il proprio futuro, iniziando dal qui ed ora.

Ma quanta fatica? Quante difficoltà incontra un ragazzo che oggi vuole “tornare al sud” e darsi al proprio lenzuolo di terra lasciato abbandonato dopo la partenza dell’ultimo nonno contadino?

Amore. Solidarietà. Coraggio. Ripartiamo dalle risorse che abbiamo a disposizione, dalla nostra rete sociale, dai contatti relazionali. Se crediamo in un progetto di cambiamento, iniziamo ad essere noi stessi quel cambiamento che vogliamo vedere nel mondo, come sosteneva il buon Ghandi. E facciamo. Stiamo nelle cose.

Vogliamo creare un’associazione culturale che promuova la bellezza di questo territorio?

Bene vorrà dire che in questi giorni felici che sono qui, ospite della mia amica, insieme ci rimetteremo a lavoro per dar vita al suo progetto e armate di guanti, stivali e forbici andremo a tagliare le erbacce.

Non lasciamo che il mal governo, la corruzione e il lassismo si impossessino delle nostre energie vitali.

Noi esistiamo nella misura in cui siamo ancora capaci di sognare e dare forma ai nostri sogni.

Sembrerò un filo romantica, un filo idealista, un filo idilliaca forse…Ma vi assicuro che in questi primi 40 giorni di eco-viaggio lungo lo stivale ciò che ho visto con i miei occhi erano tutte realtà sognate prima da qualcuno e poi realizzate. Ma prima SOGNATE.

I luoghi che ho visitato in queste settimane sono diventati quello che sono (cooperative, ecovillaggi, fattorie…) col sudore di amici, parenti e conoscenti che hanno creduto nello stesso progetto e dandosi forza e sostegno a vicenda hanno potuto dare concretezza ai propri ideali: erba calpestabile, insalata da mangiare, pane fatto in casa.

Quindi, continuare e aiutarsi l’un l’altro per me oggi sono le due paroline d’ordine.

Un abbraccio da Diamante, paese dei murales e del peperoncino.

Ps. Se vuoi, puoi seguire le mie avventure anche su Facebook  ed  Instagram oppure continuare a leggere i miei articoli sul Blog

A presto!

AleT

 

Un murales nel centro storico – Diamante (CS)

 

 

 

Condividi
  •  
  • 29
  •  
  •  
  •  

4 Comments

  • Adriana

    …..grazie AleT……
    Il tuo modo di raccontantarci questa esperienza …..
    mi arriva dritta al cuore….
    Quanti passi mi permetto di dire….
    Tanta roba….
    ❤️
    Osvaldo &me

  • Coppola Antonietta

    Bellissime parole amica mia! Un po’ ti invidio perché anche io, come te, amo la natura e soprattutto amo viverla! In Calabria poi lascio ogni anno il mio cuore…aspettando la prossima estate. Buon viaggio cara ! A presto! ANTONELLA

  • Emanuela

    Parole che mi vanno dritte al cuore e in cui mi ritrovo tantissimo, anche nei ricordi. Sarà perchè credo siamo coetanee ma soprattutto perchè abbiamo le stesse origini 🙂
    E ovviamente complimenti anche per la scelta di vita,
    Emanuela 🙂

    • admin

      Grazie mille Manuela!
      A quanto pare siamo tutti interconnessi…Buona vita a te! Seguirò i tuoi viaggi sul tuo blog thismustbethetrip 😉🙋😘 …chissà che non ci si becchi un giorno in giro!😎

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *